Il Primo Ottobre Giornata Europea delle Fondazioni

IL 1° OTTOBRE SI CELEBRA

LA GIORNATA EUROPEA DELLE FONDAZIONI E DEI DONATORI

Seconda edizione dell’evento che unisce tutta l’Europa attorno ai soggetti che operano per il bene comune. Tema dell’edizione italiana 2014: “Welfare di comunità: il ruolo delle Fondazioni”

La seconda giornata europea delle fondazioni e dei donatori si è tenuta lo scorso 1° ottobre. È organizzata da DAFNE, il network europeo dei donatori e delle fondazioni, che unisce 24 associazioni di fondazioni filantropiche di diversi Paesi europei in rappresentanza di oltre 6.220 fondazioni aventi finalità di pubblica utilità. Anche in questa seconda edizione lo scopo della giornata europea è di portare alla conoscenza di tutti il lavoro che quotidianamente le fondazioni svolgono nel nostro continente e promuovere la cultura della filantropia. La rete delle fondazioni aderenti a DAFNE contribuirà organizzando eventi nei 24 Paese di origine in occasione di tale giornata.

Il tema “Welfare di comunità: il ruolo delle Fondazioni”, scelto congiuntamente da ASSIFERO con Acri per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni nel 2014, vuole essere l’occasione per raccontare quanto grazie alle attività di ciascuna Fondazione si può realizzare in una comunità, ma anche per riflettere insieme sul ruolo della comunità: su quanto le fondazioni e le comunità di appartenenza fanno e sempre più possono, e dovrebbero, fare insieme con tutti i soggetti che operano sul territorio: organizzazioni del volontariato e del terzo settore, enti locali, imprese profit e altri corpi intermedi della società come gli ordini professionali e le organizzazioni di rappresentanza collettiva.

La Fondazione di Comunità del Salento Onlus aderente ad ASSIFERO, partecipa all’iniziativa europea condividendone gli intenti e promuovendo le azioni locali di supporto al welfare. A breve si realizzeranno i “Forum della Solidarietà” presso la nuova sede operativa della Fondazione a Lecce che avranno l’intento di attivare un dialogo produttivo e operativo con gli enti e le organizzazioni non profit del territorio per condividere le proposte e le progettualità da sostenere ed attivare.

Il segretario generale Gabriele Ruggiero dichiara “un nuovo percorso di welfare ci aspetta, soprattutto considerando che i progetti e le attività non si portano avanti da soli, la corresponsabilità del contrasto alle difficoltà di un territorio devono assolutamente portare ad una condivisione di intenti e di oneri, questo ci aspettiamo da un cammino comune e da un’azione concordata, come quella che può attuare la nostra fondazione”.

 

Share on: