BLOG

Al via il Comitato Tecnico-Scientifico della Fondazione

In seguito al CDA del 19.09.2017 è stato approvato il nuovo Comitato Tecnico-scientifico della Fondazione di Comunità del Salento. Il Comitato è nato in seguito all’avviso pubblico emesso dalla Fondazione nel marzo scorso e ha visto la proposta di diversi esperti e professionisti.

In seguito alle rispettive domande e curricula vitae è stata avviata la valutazione tecnico-scientifica e sotto si riportano i nominativi dei membri selezionati e che saranno contattati a breve per l’avvio delle attività previste.

Il Comitato ha il compito di sviluppare gli indirizzi di progettazione e strategici con il coordinamento della Segreteria Generale e del Comitato Esecutivo.

Elenco Membri del Comitato Scientifico 2017-2020

Spiri Silvio

Colucci Gianni

Chirico Giovanni

D’Aquino Cinthia

Martines Alessandro

Piccolo Enrica

Totaro Giada

Toritto Angelica

Alla Fondazione di Comunità del Salento le Obbligazioni della vita

La Fondazione di Comunità del Salento è tra i beneficiari delle Obbligazioni della Vita Etico solidali emesse dalla BCC di Leverano, banca locale partner della stessa Fondazione che ha inteso sostenere l’opera della Fondazione e di altre Associazioni attive e rappresentative del Salento.

 

“Di fronte alla attuale crisi che ha colpito in particolar modo le piccole
imprese e le famiglie, la Banca di Credito Cooperativo di Leverano ha voluto manifestare recentemente – sottolinea Lorenzo Zecca, presidente della Bcc Leverano – la sua piena vicinanza al territorio mediante un’importante iniziativa. E’ consistita nell’emanazione di un’obbligazione etica i cui profitti (in parte) sono stati dai sottoscrittori destinati a favore di ben quattro associazioni onlus di rilevanza nazionale e territoriale, ed esattamente l’AIRC, l’ANT, la LILT, l’AIL e la Fondazione di Comunità del Salento. Tale iniziativa vuole far fronte alle gravi criticità dovute alla diminuzione delle donazioni a causa della perdurante crisi economica. Nel segno della continuità con le attività filantropiche che da oltre 60 anni la nostra banca svolge sul territorio, in tal modo s’intende supportare i predetti enti non profit. Il progetto, pertanto, assume una sicura rilevanza non solo sotto il profilo economico, ma anche etico-sociale. Il volontariato rappresenta la grande risorsa della nostra società poiché supplisce in maniera orizzontale alle carenze del pubblico e ne integra le carenze, a qualunque livello. Come banca di riferimento del territorio salentino e grazie alla condivisione di intenti dei nostri clienti, abbiamo ritenuto necessario intervenire con gli strumenti a nostra disposizione per favorire manovre di stimolo alla donazione, alla solidarietà e alla mutualità.  Ritengo che siano ben accetti ulteriori interventi di microsolidarietà collegati alla finanza, quale quello oggi realizzato, a salvaguardia e sostegno dell’economia solidale del territorio e specificatamente indirizzato ad agevolare il processo di assistenza, cura e protezione dei malati oncologici e fare fronte alle diverse forme di povertà emergenti.”

Allo stacco dell’ultima cedola e al rimborso totale del capitale sottoscritto dai risparmiatori, il Consiglio di Amministrazione della Bcc Leverano ha stabilito, sulla base delle preferenze indicate dai clienti, gli importi da donare alle benefiche associazioni individuate nel bando aumentato del doppio a carico della Bcc Leverano. Ai loro rispettivi rappresentanti sul territorio sono stati consegnati, dal Consiglio di Amministrazione, un assegno ognuno quale liberalità, unitamente ai migliori auspici e ringraziamenti per il quotidiano impegno verso i sofferenti ed i bisognosi della nostra comunità.

Le associazioni individuate nel bando e beneficiarie dei contributi e presente alla cerimonia di consegna sono state:

AIRC rappresentata dalla dott.ssa Monica Gambato, l’ANT rappresentata dalla promoter locale Valentina Muschiacchio, l’AIL rappresentata dalla presidente prov.le avv. Cristina Petrelli, la LILT rappresentata dal direttore scientifico dott. Giuseppe Serravezza e la Fondazione di Comunità del Salento rappresentata dalla presidente Ada Chirizzi, che in totale hanno ricevuto la somma di € 7.639,00.

La Presidente Ada Chirizzi in seguito alla consegna ha dichiarato “poter ricevere un dono ha per noi un valore inestimabile, perchè nella nostra organizzazione, che è l’unica di questo genere in Puglia, trovano posto tante grandissime aspirazioni etico-sociali per una spinta propulsiva al nostro territorio. Un ringraziamento alla BCC di Leverano e ai tanti donatori che crescono sempre di più rappresentando il Salento come una terra di solidarietà attiva”.

 

Seconda Borsa della Responsabilità Sociale, programma e invito

La seconda Borsa della Responsabilità Sociale prenderà il via il 16 gennaio prossimo con un nuovo format incentrato sulle opportunità derivanti dal “fare condiviso”  e della grande risorsa che la Comunità può rappresentare per un territorio. Seguendo questo filo logico, chiederemo ai testimonial presenti di “Raccontare” le attività svolte nei propri contesti territoriali, per trovare delle opportunità comuni.

Nella seconda parte della giornata, prenderanno avvio i tavoli di lavoro, stimolati e supportati da relatori qualificati che favoriranno la fase denominata “Immaginiamo” con l’intento di costruire insieme i percorsi ideali per una reale idea di comunità. Ai tavoli prenderanno parte personaggi impegnati nel “fare” quotidiano per la Comunità e per il Terzo Settore.

L’evento vedrà la sua conclusione nella mattina del 17, dove alla presenza di Istituzioni, parti sociali, parti datoriali e della Comunità riunita, insieme al Governatore Michele Emiliano e al Presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo, in tavola rotonda si discuterà sui percorsi di costruzione di un Manifesto per il Salento.

Le due giornate si svolgeranno presso il Centro “Le Sorgenti” sulla Via Lecce-Novoli reso disponibile dalla Comunità Emmanuel.

Qui trova il link per iscrivervi all’evento:

https://www.eventbrite.it/e/biglietti-seconda-borsa-responsabilita-sociale-31054429635

In allegato l’invito all’evento.

invito_fondazione_20x10

invito_fondazione_20x10

 

Save the date – Seconda Borsa Responsabilità Sociale

Save the date il 16 e 17 gennaio p.v., per la seconda Borsa della Responsabilità Sociale, dal titolo emblematico e di grande impatto “Ri-generiamo la Comunità, La Fondazione sfida il Salento”.

L’evento si terrà  presso il Centro “Le Sorgenti” della Comunità Emmanuel sulla Via Lecce-Novoli, 23 e parteciperanno diverse personalità del terzo settore e della filantropia, con l’intento principale di offrire un percorso, delle esperienze e delle testimonianze, per lavorare insieme nella costruzione di un progetto territoriale comune.

L’evento prevede dei momenti di riflessione e di condivisione pratica di progettazione partecipata con un programma ricco di testimonianze di Buone prassi nazionali nel settore della Responsabilità Sociale e del terzo settore.

E’ principalmente rivolto a tutte le persone che hanno a cuore il Salento, con le sue peculiarità, con i suoi grandi problemi, con le sue opportunità, pronti tutti insieme a ricercare un modo nuovo di rendere lo sviluppo del territorio sostenibile, ma anche produttivo e necessario per la rimozione della povertà e la coesione sociale.

Siete tutti invitati alla partecipazione, ricordateVi che i protagonisti siete Voi!!!

locandina_borsa_a2

Al via l’appello della Fondazione alle Istituzioni e agli Enti

La Fondazione di Comunità del Salento Onlus lancia oggi il proprio appello agli Enti e alle Fondazioni che intendono sostenere la Fondazione nello sviluppo della propria mission sociale. Forti delle adesioni di enti di livello nazionale che stanno accompagnando il percorso (Fondazione ANT, Fondazione Generali, ecc.), la Fondazione ha avviato oggi il contatto con diverse organizzazioni che intendono sostenere il Salento attraverso l’azione di coesione sociale che realizza la Fondazione. Particolarità è quella di poter avviare percorsi personalizzati di progettualità congiunta nei diversi ambiti di intervento, che spaziano dal welfare, assistenza sociale, ambiente, sino alla tutela della cultura, del territorio, allo sviluppo locale e al contrasto alla povertà. La Fondazione di Comunità del Salento, unica realtà di questo tipo in Puglia, prende vita grazie ad un’azione delle diocesi salentine e di enti pubblici e privati che hanno a cuore il futuro del Salento.

Per ulteriori info potete contattarci alla nostra mail istituzionale fondazionesalento@gmail.com.

Campagna2016 Locandina

Non perdere la riunione dei volontari

La riunione dei volontari della Fondazione di Comunità del Salento si terrà il 23 febbraio p.v. alle ore 16,30 presso la sede della Fondazione di Comunità in Via Siracusa n. 94. La riunione è rivolta a tutti i volontari ed enti, associazioni aderenti alla Fondazione al fine di presentare le progettualità in corso e programmare le attività future della Fondazione. Un appuntamento per orientare e progettare dal basso il nostro territorio e verificare le esigenze. L’incontro è aperto a chi è interessato a condividere le proprie es

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

perienze e dare una mano alla Fondazione per un Salento migliore.

L’incontro è il primo di una lunga serie di riunioni strategiche che servono a indirizzare gli intenti comuni e sviluppare nuove e innovative idee, non mancare!

Per conferme di partecipazione e info inviate una mail a fondazionesalento@gmail.com.

In rete per l’autismo

invito

Il problema dell’autismo è purtroppo in crescita soprattutto nel nostro territorio. La pressante richiesta di famiglie e di persone che affrontano tale problema deve trovare una risposta efficace e attiva. Ed è per tali motivi che la Fondazione di Comunità del Salento intende affrontare tale tematica.

Il 29 gennaio prossimo avremo l’opportunità di assistere ad un evento per la presentazione del protocollo d’intesa proposto dalla ns. Fondazione per contrastare, un un’ottica di rete aperta e di sinergia, questo grave problema.

L’azione diretta è stata realizzata grazie ad un progetto che nasce da enti aderenti alla Fondazione di Comunità del Salento, Comunità Capodarco Lecce e Centro Sant’Angelo e in collaborazione con l’Associazione Amici del Campus Biomedico di Roma, con la presenza del luminare prof. Persico proprio nelle tematiche di sostegno alla malattia che in quest’ultimo periodo è tristemente presente in molti casi conclamati.

Il dibattito servirà a presentare le azioni in programma per il territorio dalla Fondazione e da quanti intendano aderire al protocollo d’intesa al fine di offrire sostegno effettivo alle famiglie e alle persone che sono affette da questa malattia.

Siete tutti invitati a partecipare, sotto l’invito da scaricare.

Locandina29

Tavoli tecnici programmatici al via

Partiranno entro il prossimo mese i tavoli tecnici programmatici della Fondazione di Comunità del Salento.

Nell’ultimo CdA che si è tenuto l’8 ottobre, si è stabilito di avviare quattro tavoli tecnici programmatici per i diversi settori di riferimento della Comunità salentina. Gli obiettivi dei tavoli, sono quelli di allargare la base associativa, strutturare percorsi condivisi di progettualità, avviare azioni di condivisione e promozione con il territorio per le tematiche sensibili, strutturare azioni di dialogo inter-istituzionale tra tutti gli attori del welfare locale, definire le linee programmatiche della Fondazione per il prossimo futuro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

I tavoli saranno 4 e specificatamente quello delle imprese, quello degli enti religiosi, quello delle istituzioni, quello del terzo settore. Ogni tavolo si riunirà in autogestione e condividerà idee, obiettivi e progetti.

I tavoli saranno coordinati da un referente che sarà nominato dalla Fondazione con il supporto tecnico del Segretario generale.

Chiaramente, tutto il territorio è invitato a partecipare, attivando grande coesione sociale e spirito di Comunità.

Viva il Salento e viva i risultati raggiunti grazie al supporto condiviso.

Riavviamo il progetto Sei dei Nostri!

Il progetto Sei dei nostri, già realizzato l’anno scolastico appena trascorso, sarà realizzato nuovamente proprio per rispondere alle tante richieste di supporto alla settimana corta nelle scuole che penalizza tanti genitori e tanti bambini che stanno avendo difficoltà dovute proprio a questa decisione.

La Fondazione di Comunità del Salento Onlus ha avanzato una serie di richieste di sostegno a diverse altri partner ricevendo plausi per il progetto realizzato.

In particolare abbiamo trasmesso il nostro progetto a Let’s Donation, piattaforma di crowdfunding che intende sostenere la nostra proposta. Per votare e sostenere il progetto seguite il link seguente.

Progetto sei dei nostri

Al via la Campagna di Adesioni 2015

Al via la Campagna di adesioni 2015 alla Fondazione di Comunità del Salento!

Oggi è partita la campagna di adesione per l’anno in corso, la Fondazione chiama a raccolta il proprio territorio per dimostrare il nostro impegno nei confronti di chi è in difficoltà.

Forza Salento, mettiamoci d’impegno è arrivato il momento di osare e di diventare Grandi!

Dopo un avvio difficile che ci ha visto impegnati sotto vari fronti, la Fondazione prende il volo e invita Associazioni, Onlus, Organizzazioni non profit, Enti pubblici, Imprese e privati cittadini interessati allo sviluppo del proprio territorio all’adesione alla Fondazione di Comunità.

Sono pronti i primi progetti, c’è l’entusiasmo, la voglia di fare e stiamo diventando sempre di più, grazie al supporto di associazioni, enti, imprese. Alla Fondazione puoi aderire anche tu è uno sforzo minimo, ma coinvolge una grande rappresentanza e insieme si può chiedere e osare.

A breve partirà il Tour dei Forum presso i Comuni che hanno già aderito e sono tanti, con l’invito al territorio per dialogare e progettare insieme una solidarietà migliore. Cosa sono i Forum, saranno dei tavoli tecnici di progettazione, con il territorio, con i nostri aderenti, con la gente comune, un percorso reale per ripensare la Solidarietà, come Comunità vera e governata dal basso.

Forza Amici è il momento di far vedere quanto è grande il Cuore del Salento e attivare un’energia che solo noi possiamo sprigionare. Potete aderire sotto qualunque forma e donare quello che volete, tempo, risorse economiche, risorse professionali è tutto qua… diamoci una mano!

SCHEDA_ADESIONE_Fondazione

Campagna2015-Locandina Brochure Fondazione definitiva





Manifestazione di interesse per il progetto Sei dei Nostri

sei dei nostriPubblichiamo l’Avviso pubblico per la manifestazione di interesse per l’individuazione di una o più compagnie teatrali che ci aiuteranno a realizzare il progetto Sei dei Nostri: un nuovo valore al Sistema Sociale, co-finanziato da ASSA-Anteas Onlus di Lecce che ringraziamo vivamente. Il progetto prevede l’attività di sostegno extra-scolastico rivolto a giovanissimi dagli 8 ai 13 anni attraverso attività pomeridiane.

Avviso Sei dei nostri

Teatro sociale per i 35 anni della Comunità Emmanuel

Ci arriva direttamente dal nostro Consigliere Daniele Ferrocino un’interessante iniziativa che replichiamo e promuoviamo direttamente.

continuano gli eventi che stiamo organizzando in occasione dei 35 anni della Comunità Emmanuel.
Quello che vi presento è uno spettacolo di teatro sociale che sto organizzando in particolare per richiamare i temi propri del Consorzio Emmanuel: la cooperazione e l’impresa sociale come strumento per promuovere la legalità, la giustizia,  la formazione della coscienza civica e l’orientamento per le nuove generazioni. Si tratta di un monologo scritto ed interpretato da un caro amico che è anche un educatore e responsabile di una cooperativa sociale in quel di Cerignola.
Uno spettacolo di teatro sociale che ci porta a rileggere in maniera critica la nostra storia, facendoci riflettere su come abbiamo trattato l’eredità lasciataci da figure come quella di Di Vittorio che, fra l’altro, è stato fra i padri della cooperazione in Puglia e il paladino della cultura e della scuola come strumenti di lotta per la giustizia e di riscatto dei soggetti più deboli ed emarginati.
Uno spettacolo che ci porta anche a fare i conti con fenomeni di servilismo e indifferenza che a prima vista appaiono innocui, ma che in realtà alimentano le mafie di ogni tipo e ci rendono tutti assai permeabili ai soprusi ed agli sfruttamenti.
Insomma uno spettacolo che sintetizza tutto ciò che dovrebbe animare una vera impresa sociale!
Per tutti questi motivi, e per tanti altri che spero scoprirete da voi, Vi aspettiamo numerosi il 10 aprile prossimo presso il Centro “Le Sorgenti” sulla Via Lecce-Novoli a Lecce.Scheda di adesione Una Croce d’Olio

La Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa ha dato i suoi frutti

Si è appena conclusa la Prima Borsa della responsabilità sociale d’impresa 2014, una due giorni ricca di spunti di riflessione e azioni progettuali concrete rivolte allo sviluppo del territorio salentino e del Sud Italia in generale. I momenti maggiormente rappresentativi delle diverse attività sono stati quelli che sia il 28 che il 29 hanno coinvolto una grande presenza di enti, associazioni e cittadini che hanno approcciato una reale azione di progettazione partecipata.

Il 28 si è tenuto il convegno nazionale “Un nuovo modello di welfare: il ruolo della Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno” che ha visto protagonisti, in particolare diversi segretari generali e presidenti delle Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno. La splendida introduzione del prof. Franco Riva della Cattolica di Milano che ha “ceduto” il titolo del suo libro “Ripensare la Solidarietà” quale pay off della Fondazione di Comunità del Salento, per tale motivo ha introdotto delle tematiche innovative legate al termine stesso di solidarietà “termine posto sul lato stesso dei doveri inderogabili quasi in contrapposizione con i diritti inviolabili, ma che invece rientrano nel concetto di compensazione ponendo la solidarietà dopo i diritti, il ripensare la solidarietà è proprio la possibilità di uscire da questa idea”. Questa la splendida disamina del ruolo della solidarietà soprattutto nei contesti difficili dove ci troviamo ad operare.

_D7G3753

Successivamente ha preso la parola il Presidente della Fondazione di Comunità del Salento Ada Chirizzi che ha ospitato la Borsa appena inaugurata. Il Presidente ha illustrato il quadro d’insieme delle condizioni sociali ed economiche del nostro territorio e ha ribadito il compito della Fondazione di Comunità del Salento e gli obiettivi dell’evento in avvio che ha voluto avvicinare il profit e il non profit in azioni progettuali concrete e sinergiche.

L’intervento ha suscitato consensi e generato ulteriori domande tra il pubblico che ha plaudito all’iniziativa e ha voluto incentrare il senso dell’evento sugli aspetti maggiormente pratici sul concetto della Responsabilità considerandola alla base di una condizione legata alle diverse azioni sociali di coesione dei territori.

A fornire ulteriori spunti di riflessione è stato il magistrale intervento del Presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo che ha insistito sul tema della Comunità quale soggetto attivo di coesione sociale che espleta il proprio ruolo soprattutto nel lungo periodo e quindi di conseguenza anche la Fondazione di Comunità ha l’obiettivo di essere un punto di riferimento responsabile per un territorio. Il presidente Borgomeo ha dichiarato testualmente “le fondazioni di comunità non sono una specie di club dei puri e duri, le fondazioni di comunità sono quegli enti che sono nella realtà quotidiana con le unghie e con i denti, e proprio in quel senso di comunità che devono sperare, affinché la propria reputazione cresca e siano un valore etico incontestabile e di stabilità per il territorio”.

Con l’occasione ha fatto un breve saluto il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone aderente in qualità di fondatore, ha rimarcato che “in questo momento così difficile come quello che stiamo vivendo, con la crescita della disoccupazione e la perdita di ricchezza, non ci troviamo particolarmente pronti a condividere alcuni concetti anche per via delle condizioni della politica in generale. Ma è proprio questa la straordinaria intuizione della Fondazione che invece ha anticipato qualcosa che diventa fondamentale in termini di responsabilità umana, consentendo di vedere in un futuro poco roseo, un minimo di speranza”.

Subito dopo è stata la volta di Carola Carazzone, Segretario generale di Assifero, l’associazione nazionale che riunisce le fondazioni di erogazione che ha dichiarato “l’approccio delle fondazioni erogative è stato sempre di tipo risarcitorio, mentre il passaggio alle fondazioni di comunità e le loro azioni consente di avere un approccio rigenerativo e collaborativo declinando un NOI effettivo.”

Anche i rappresentanti delle Fondazioni di Comunità del Centro Storico di Napoli e di quella di Salerno rispettivamente Mario Massa e Andrea Pastore hanno puntato il faro sull’azione diretta che le Fondazioni attuano sul territorio e sulle modalità reali di contrasto alla povertà.

Durante il secondo giorno i tavoli tematici di progettazione partecipata hanno tenuto banco con diverse proposte e suggerimenti grazie agli interventi essenziali del prof. Andrea Volterrani sociologo esperto in welfare dell’Università Tor Vergata di Roma e del presidente Stefano Granata del Consorzio Gino Mattarrelli che riunisce 70 consorzi di cooperative sociali italiani. Al termine dei lavori dei tavoli che hanno rappresentato la vera e propria Borsa, sono state presentate diverse idee progettuali sulle quali la Fondazione di Comunità del Salento punterà la propria attenzione nel corso della prossima annualità.

Nella giornata finale, oltre a fare un riepilogo sintetico delle tematiche affrontate sono stati conferiti i Premi della Solidarietà per l’anno 2014, all’Associazione Libera di Don Ciotti per “l’opera meritoria di contrasto alle mafie e di promozione dei principi di legalità e giustizia” e al dott. Oronzo Sticchi fondatore e titolare della Svic di Lecce “che si è distinta per la costante attenzione allo sviluppo del territorio aprendosi a forme innovative di collaborazione con enti non profit coniugando capacità di visione, solidarietà concreta ed operativa e disponibilità al dialogo e la lavoro condiviso”.

_D7G3936 _D7G3927

Inoltre durante la fase finale hanno preso parte alle attività il laboratorio di promozione sull’uso sostenibile del farmaco nell’ambito del progetto Green Health dell’Associazione APMAR e sostenuto dalla Fondazione con il Sud e una presentazione dell’Emporio della Solidarietà della Comunità Emmanuel, dove diversi imprenditori locali hanno manifestato reale interesse per l’iniziativa appena conclusa.

Infine un ulteriore e doveroso ringraziamento va ai fondatori iniziali della Fondazione e a tutti i partecipanti e aderenti che credono nelle azioni di azione sociale diretta erogate e ai tanti enti e organizzazioni che dopo questo evento si stanno avvicinando alla Fondazione di Comunità del Salento per prenderne parte attiva e fornire supporto effettivo.

Borsa della Responsabilità Sociale d’impresa 2014, il programma definitivo

Programma definitivo per la prima Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa che si terrà dal 28 al 30 novembre prossimi presso i Saloni dell’Hilton Garden Inn di Lecce, gentilmente resi disponibili pro bono per l’iniziativa. Le conferme delle diverse testimonianze sono arrivate in serata e vedono un parterre di prim’ordine con tantissimi ospiti provenienti da tutta Italia. In particolare, il 28 saranno presenti per il Convegno nazionale, il Presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo, il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il Presidente della CCIAA di Lecce Alfredo Prete, il Presidente di Assifero Felice Scalvini, i Presidenti delle quattro altre Fondazioni di Comunità del Mezzogiorno. Nei giorni seguenti si alterneranno il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, il prof. Franco Riva dell’Università Cattolica di Milano, il prof. Andrea Volterrani dell’Università Tor Vergata di Roma, il Sindaco di Lecce Paolo Perrone e tanti altri rappresentanti di organizzazioni non profit della Regione Puglia.

La manifestazione è il primo evento istituzionale ufficiale della Fondazione di Comunità del Salento unica in Puglia, realizzata con l’obiettivo di avvicinare il mondo del non profit con quello delle aziende con un ponte creato dagli Enti Pubblici e dalle Istituzioni.

Scarica qui il Programma Borsa RSI REV 01 DF

Locandina-A2-(42X60)

Conferenza Stampa della Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa

Domani 19 novembre alle ore 10,30 all’Hilton Garden Inn di Lecce, si terrà la Conferenza Stampa della Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa 2014, primo evento della Fondazione di Comunità del Salento. Interverranno il Presidente della Fondazione Addolorata Chirizzi, il Consigliere Daniele Ferrocino, il Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone.

Siete invitati a partecipare, durante la conferenza stampa verrà presentato il programma dell’evento e le modalità di svolgimento, non mancate.

 

Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa 2014 al via le iscrizioni

La Borsa della Responsabilità Sociale d’Impresa 2014 è alla griglia di partenza per iscrizioni e adesioni di Enti non profit, Imprese sensibili al mondo del welfare, enti pubblici ed enti locali.

L’evento realizzato grazie al sostegno di CCIAA di Lecce con patrocinio della Provincia di Lecce e sostegno diretto dei Soci Fondatori della Fondazione di Comunità, aprirà i suoi battenti il prossimo 28 novembre e durerà per altri 2 giorni presso l’Hilton Garden Inn di Lecce che ha gentilmente concesso gli spazi espositivi.

L’evento ha l’obiettivo di valorizzare l’opera della Fondazione di Comunità del Salento, promuovere le azioni di sostegno al territorio nel settore del welfare e dare opportunità di formazione e di sviluppo erogando gratuitamente workshop, convegni e dibattiti pubblici con interessanti testimonial. Per le adesioni potete cliccare direttamente nella pagina corrispondente, clicca qui.

Logo Borsa2014

Cosa vuol dire non essere Capitale della Cultura

Questo è il quesito che da qualche tempo a questa parte si legge sui volti sconfitti degli organizzatori, dei cittadini, delle persone che hanno seguito questo percorso dall’inizio.

L’entusiasmo si è placato, la realtà ha preso il sopravvento su qualcosa che in modo latente aleggiava da qualche giorno nei corridoi e nelle piazze, l’aspetto sostanziale di una decisione si è paventato quando il lavoro stava cominciando a dare i propri frutti, ma ahinoi è stato troppo tardi.

Ebbene si, bisogna essere onesti, il lavoro su quel benedetto programma è stato condiviso per tutti solo negli ultimi periodi, quando, su consiglio della Commissione, si era allargata la partecipazione. Le decisioni e le scelte sono state diverse, le azioni no. Il rischio di autoreferenzialità del percorso ha preso il sopravvento e infatti, la visibilità che doveva essere della città e di un territorio ha lasciato il posto allo spettro del protagonismo.

Tale analisi non è un giudizio, ma una constatazione delle condizioni in cui la città di Lecce versa, non solo dal punto di vista culturale, ma anche e soprattutto da quello sociale ed economico. Non era facile risolvere questioni e situazioni che da diversi anni ci trasciniamo e che da molto tempo vorremmo risolvere con progetti avviati e mai conclusi o che alla fine danno solo una risposta parziale di occupazione temporanea.

Da un anno a questa parte è nato questo movimento che pian piano ha preso piede ed è stato accettato e condiviso, una ventata di novità e sostegno, perlopiù grazie anche agli sforzi intellettuali ed economici di attori esterni.

E’ necessario che il lavoro meritorio fatto, non debba andare disperso per qualsivoglia responsabilità. È il momento di azionare il piano B o la leva secondaria. L’idea non è bizzarra, ma invece è addirittura innovativa. Puntare sulle nostre efficienze, sulle risorse già presenti e sull’entusiasmo generato da un coinvolgimento di massa che ha definito comunque ri-motivazione, entusiasmo, energie.

Il sostegno che si potrà offrire dipende da noi, dalle imprese, dalle organizzazioni, le attività che hanno voluto e investito direttamente in questo evento possono farcela con gli strumenti già in campo e che fino ad oggi non erano nemmeno noti e conosciuti ai più, forse anche per una forma di negligenza sociale che genera superficialità.

Abbiamo in mano gli strumenti adatti, associazioni nate per lo sviluppo economico e l’innovazione, fondazioni che offrono intermediazione filantropica e sostegno al welfare, gruppi di cittadini che hanno ripreso in mano il bene comune, questo è il frutto del lavoro svolto e questo frutto adesso va raccolto e valorizzato, senza alcun retro-pensiero e con il supporto reale di tutti, indipendentemente dalla classe e dal colore.

Ora è il momento giusto, ora è il momento per auto-innovarci e cambiare passo, ce la possiamo fare a diventare un territorio del 2000…sempre, per dare risposte reali ai nostri figli e ai nostri nipoti… lasciamo ai posteri un segnale, è proprio arrivato il momento !

Gabriele Ruggiero

Il Primo Ottobre Giornata Europea delle Fondazioni

IL 1° OTTOBRE SI CELEBRA

LA GIORNATA EUROPEA DELLE FONDAZIONI E DEI DONATORI

Seconda edizione dell’evento che unisce tutta l’Europa attorno ai soggetti che operano per il bene comune. Tema dell’edizione italiana 2014: “Welfare di comunità: il ruolo delle Fondazioni”

La seconda giornata europea delle fondazioni e dei donatori si è tenuta lo scorso 1° ottobre. È organizzata da DAFNE, il network europeo dei donatori e delle fondazioni, che unisce 24 associazioni di fondazioni filantropiche di diversi Paesi europei in rappresentanza di oltre 6.220 fondazioni aventi finalità di pubblica utilità. Anche in questa seconda edizione lo scopo della giornata europea è di portare alla conoscenza di tutti il lavoro che quotidianamente le fondazioni svolgono nel nostro continente e promuovere la cultura della filantropia. La rete delle fondazioni aderenti a DAFNE contribuirà organizzando eventi nei 24 Paese di origine in occasione di tale giornata.

Il tema “Welfare di comunità: il ruolo delle Fondazioni”, scelto congiuntamente da ASSIFERO con Acri per celebrare la Giornata Europea delle Fondazioni nel 2014, vuole essere l’occasione per raccontare quanto grazie alle attività di ciascuna Fondazione si può realizzare in una comunità, ma anche per riflettere insieme sul ruolo della comunità: su quanto le fondazioni e le comunità di appartenenza fanno e sempre più possono, e dovrebbero, fare insieme con tutti i soggetti che operano sul territorio: organizzazioni del volontariato e del terzo settore, enti locali, imprese profit e altri corpi intermedi della società come gli ordini professionali e le organizzazioni di rappresentanza collettiva.

La Fondazione di Comunità del Salento Onlus aderente ad ASSIFERO, partecipa all’iniziativa europea condividendone gli intenti e promuovendo le azioni locali di supporto al welfare. A breve si realizzeranno i “Forum della Solidarietà” presso la nuova sede operativa della Fondazione a Lecce che avranno l’intento di attivare un dialogo produttivo e operativo con gli enti e le organizzazioni non profit del territorio per condividere le proposte e le progettualità da sostenere ed attivare.

Il segretario generale Gabriele Ruggiero dichiara “un nuovo percorso di welfare ci aspetta, soprattutto considerando che i progetti e le attività non si portano avanti da soli, la corresponsabilità del contrasto alle difficoltà di un territorio devono assolutamente portare ad una condivisione di intenti e di oneri, questo ci aspettiamo da un cammino comune e da un’azione concordata, come quella che può attuare la nostra fondazione”.

 

Un manifesto per il Terzo Settore

E’ proprio questo il punto del convegno tenutosi ieri intitolato “Fiducia e nuove risorse per la crescita del Terzo Settore” che si è tenuto al foyer del Teatro Politeama Greco di Lecce. Il Convegno fa parte di un road show che toccherà diverse città del Sud e del Nord Italia, tra le prime Lecce. Grazie all’invito degli organizzatori, la nostra Presidente Ada Chirizzi ha illustrato alcuni punti strategici della nostra politica e delle nostre esigenze. Al tavolo dei relatori erano anche presenti Marco Pagano Presidente Alleanza delle Cooperative Puglia, Marco Morganti Amministratore delegato Banca Prossima, Gianluca Budano, Portavoce del Forum del Terzo Settore Puglia, moderava il ricercatore sociale di Euricse Flaviano Zandonai. Il road show supportato da varie sigle del terzo settore tra cui Fondazione con il Sud, Assifero, ACRI ha l’intento di illustrare i punti essenziali di un manifesto sottoscritto al fine di concentrare gli sforzi e le volontà di tutti per andare oltre la crisi, economica e di fiducia del Paese.

Dopo aver ascoltato tutti gli interventi la nostra Presidente ha evidenziato che le effettive criticità del non profit, soprattutto nel nostro territorio, sono purtroppo legate alle azioni che il pubblico non attua più, nello specifico non si parla più di sussidiarietà degli enti non profit, ma addirittura di sostituzione essenziale al fine di soddisfare un bisogno. Inoltre ha puntato il dito sulla nuova Riforma del Terzo Settore, un percorso che a ben vedere potrebbe rafforzarci e portare alla luce le zone d’ombra che sino ad oggi hanno evidenziato poca trasparenza e soprattutto scarso monitoraggio e valutazione dei risultati quali impatti sul tessuto sociale.

A conclusione ha presentato i nuovi progetti in atto che siamo in fase di attivazione, continuate a seguirci per le prossime notizie.10678699_370335496456343_8590338873568374516_n

Pubblicati i primi progetti della Fondazione di Comunità del Salento

Oggi pubblichiamo i primi due progetti che saranno attivati dalla Fondazione di Comunità del Salento al fine di offrire nuove opportunità al nostro territorio e contribuire alla rimozione della povertà nel Salento.

sei dei nostri

Il primo progetto approvato dal CdA è denominato Sei dei Nostri, un progetto che punta al coinvolgimento del mondo della scuola, di docenti e dirigenti scolastici e in quiescenza, al fine di attivare dei “centri studio” dislocati per ora nella Città di Lecce per rafforzare, in modo extra scolastico, le competenze di minori compresi nelle fasce dai 6 ai 13 anni al fine di attività di recupero alternativo, sostegno alle microlingue, azioni di sviluppo delle potenzialità. I centri studio saranno attivati nei quartieri periferici anche in collaborazione con le Scuole che vorranno aderire. Chiaramente chiunque è interessato al progetto può inviare una semplice manifestazione di interesse alla nostra mail fondazionesalento@gmail.com. Il progetto è stato finanziato grazie al sostegno del socio fondatore Anteas Onlus di Lecce. Scheda Sei dei nostri rev0.

Il secondo progetto approvato è “Professionista di Comunità” con questo progetto intendiamo coinvolgere i professionisti del nostro territorio, in collaborazione con gli ordini professionali provinciali, al fine di attivare un sostegno diretto a persone in difficoltà economiche che non dispongono di risorse sufficienti per incaricare un professionista. In questa prima fase del progetto si pubblica un avviso pubblico rivolto ai professionisti che intendano collaborare con la Fondazione e che vogliano donare del tempo professionale quale moneta di scambio per il territorio. Nella seconda fase si procederà all’istituzione di una “Banca delle Consulenze” da dove poter attingere per offrire un’opportunità alle persone svantaggiate. Maggiori informazioni nell’allegato  AVVISO PUBBLICO PER L’ATTIVAZIONE DI UNA LONG LIST DI PROFESSIONISTI PER IL PROGETTO

Ora è il momento di dimostrare che il nostro territorio sa dare risposte anche con poche risorse, attiviamoci  la Fondazione è di tutti!

Meraviglioso, ieri sera lo spettacolo della Fondazione Salento

Si è tenuto ieri sera alle 20,30 presso una gremita arena di Cavallino, il primo spettacolo di beneficenza della Fondazione di Comunità del Salento. Lo spettacolo  ha visto esibirsi degli artisti emergenti, Giovanni De Filippi e Katya Fiorentino alla direzione musicale, con i loro bravissimi supporti artistici e musicali. Dopo l’introduzione di Cecilia Leo che ha chiamato sul palco la Vicepresidente Titti Martina, il magnifico musical sulla storia di Domenico Modugno ha preso il via. Questo è il primo evento di raccolta fondi della Fondazione di Comunità del Salento, per lo specifico evento si intende avviare un progetto legato ad un’azione di supporto di giovani artisti emergenti e questa sera ne è stata una dimostrazione.

L’obiettivo della Fondazione è proprio quello di aiutare il nostro territorio ad emergere e rimuovere le povertà che incombono sempre più pressanti su tutta la popolazione, in particolare locale.

Abbiamo questo sogno che grazie a tutti gli amici sta pian piano diventando realtà, aiutateci a regalarlo anche agli altri, facciamolo con altruismo per tutti !

Uno speciale ringraziamento alla Presidente Ada Chirizzi che per motivi familiari non ha potuto intervenire, ma che ha inviato i propri saluti al pubblico e agli artisti, ma che ha lavorato “dietro le quinte” per far si che l’evento abbia una positiva riuscita, così come la Vicepresidente Martina.

Infine un grazie anche al pubblico e a quanti hanno comunque acquistato i biglietti senza riuscire ad essere presenti, la solidarietà va ripensata anche in questo modo.

foto 1foto 3

Meraviglioso: il primo evento della Fondazione di Comunità

Il 21 luglio prossimo presso l’Arena di Cavallino (LE) alle 20,30, sarà la data del primo evento della Fondazione di Comunità del Salento. L’evento verrà realizzato con la collaborazione del Cral MPS-Fruendo, il sostegno del Comune di Cavallino e di tutti i soci fondatori della Fondazione e avrà lo scopo della pura beneficenza, infatti tutti i fondi raccolti andranno per il consolidamento delle progettualità della Fondazione di Comunità per l’anno 2014.

Lo specifico intento si riferisce al rafforzamento delle opportunità di studio e lavoro rivolto a giovani artisti salentini.Locandina Cavallino

Lo Spettacolo realizzato sotto la direzione musicale di Katya Fiorentino su idea di Giovanni De Filippi si basa sull’arrangiamento delle musiche di Domenico Modugno, voce d’oro del nostro Sud ed emblema della musica italiana nel mondo. Proprio questo è l’augurio per la nostra Fondazione, diventare un simbolo di integrità e di sostegno che parte dal basso e arriva ai cuori di tutti.

Siete chiaramente invitati tutti a partecipare con il semplice acquisto dei biglietti che hanno un costo popolare di € 10,00 e come già detto interamente devoluti in beneficenza, le pre-vendite si chiuderanno il 15 luglio quindi affrettatevi.

Per info e contatti: 335-310618 oppure 336-919769

La Fondazione aderisce ad Assifero!

La Fondazione di Comunità del Salento nell’ultimo CdA ha deliberato l’adesione all’Associazione ASSIFERO organizzazione che aggrega 98 Enti di Erogazione in tutt’Italia.

L’ASSOCIAZIONE ITALIANA FONDAZIONI ed ENTI di EROGAZIONE, denominata ASSIFERO, è nata il 14 luglio 2003 raggruppando realtà che perseguono la loro missione attraverso l’attività erogativa tra cui le Fondazioni private o di famiglia, le fondazioni d’impresa, quelle di comunità e gli altri enti erogativi.

La missione di ASSIFERO e quella di diventare il punto di riferimento della filantropia istituzionale in Italia aumentando il numero, la coesione, le risorse e l’impatto degli enti d’erogazione.

Assifero ha accolto molto favorevolmente e all’unanimità l’adesione della nostra giovane e piccola Fondazione che con entusiasmo intende proporre nuove opportunità per il territorio attraverso il coinvolgimento degli altri soci dell’Organizzazione.

A brevissimo avvieremo dei percorsi di condivisione con il territorio per aiutarci a indirizzare le nostre progettualità.

Per altre info su Assifero

http://www.assifero.org

 

Grande partecipazione per la presentazione

Il 7 febbraio 2014 grande partecipazione per la presentazione della Fondazione di Comunità del Salento Onlus al territorio del Salento. Sono intervenute tutte le personalità invitate, ma risultato ancora più sorprendente è stata la grande folla che ha invaso la sala di 600 posti dell’Hotel Tiziano di Lecce dove abbiamo anche avuto qualche posto in piedi!

Questo evidenzia l’interesse che abbiamo per questo strumento che potrà essere di aiuto e sostegno per un territorio da tanto tempo in difficoltà, ma che ha sempre avuto il coraggio di rialzarsi e di essere un modello di eccellenza e di supporto per la società.

Adesso è arrivato il momento di essere fattivi e realisti e di sostenere al meglio il nostro bellissimo territorio.

Siete invitati tutti a partecipare!

Video della Conferenza Stampa

Conferenza Stampa di Presentazione

Presentazione
o7 febbraio 2014 presentazione della Fondazione

 

Telegiornale locale

Corso di introduzione all’Analisi Transazionale

Il Corso di introduzione all’Analisi Transazionale si terrà il 19 Novembre a Lecce, presso Comunità Emmanuel – Centro Le Sorgenti.

Il corso si propone di favorire una full-immersion nel ‘pensare con’ e ‘fare’ insieme Analisi Transazionale e sviluppare nessi teorici ed esperienziali per chi abbia un altro quadro teorico-applicativo di riferimento.

Per partecipare è necessario scaricare e compilare la scheda di iscrizione in allegato.
Il  corso è gratuito e permette l’accreditamento di 5 crediti CNCP a chi ne farà richiesta.

L’iscrizione va effettuata entro e non oltre il 15 Novembre

Ha inizio lo STEAM LAB for Kids presso la sede della Fondazione di Comunità del Salento

Tutti i sabati mattina dalle ore 10:00 alle ore 12:00 presso la sede della Fondazione di Comunità del Salento, in Via Siracusa 94, 73100 LECCE, si svolgerà lo STEAM LAB for Kids: un laboratorio artistico con le nuove tecnologie e materiali di recupero.

Il laboratorio è condotto da Giada Totaro, artista multimediale e presidente dell’associazione di promozione sociale STEAM Atelier, con la collaborazione dei tutors: Domenico Ragone (Matera, IT) pittore con esperienza nel mondo della disabilità; Michela Pizzo (Taranto, IT) studentessa del Dipartimento di Decorazione dell’Accademia di Belle Arti di Lecce; Vincenzo Di Bari (Andria, Bari, IT): studente del Dipartimento di Pittura dell’Accademia di Belle Arti di Lecce

Per maggiori informazioni e iscrizioni

visita le pagine:

PROGRAMMA & ISCRIZIONI

 https://steamatelier.eu/steam-labs-for-kids/

scrivi a: info@steamatelier.eu

oppure chiama lo: +39.327.6628884

Workshop gratuito lingua dei segni Internazionale – AEEOS Onlus

Dal 6 novembre 2017, per due appuntamenti settimanali, Lunedì e Venerdì, fino al 20 novembre, si svolgerà un corso breve di Formazione Sociale sulla “La Lingua dei Segni Italiana e la Lingua dei Segni Internazionale”, organizzato dall’Associazione AEEOS Onlus in partenariato con L’Associazione C.N.I.S. Onlus (Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati) e l’Associazione Difesa Diritti Onlus, facenti parte delle rete TAM TAM Sociale.
Il corso gratuito è realizzato grazie al contributo del Bando Formazione 2017, 2a scadenza, del CSVS, Centro Servizi Volontariato Salento. Le lezioni si svolgeranno in via Siracusa n.58 a Lecce, presso la sede operativa del CNIS (Coordinamento Nazionale Insegnanti Specializzati) che permette grande libertà di movimento, fondamentale per poter segnare. Le lezioni del Lunedì saranno dedicate ai segni della Lingua Italiana dei Segni per sensibilizzare volontari del Terzo Settore, docenti, pedagogisti e tutti gli interessati alla LIS usata per secoli dalle persone sorde per comunicare. Si studieranno quindi le basi, si imparerà a presentarsi e a dire qualcosa di sé e, essendo la lingua espressione della cultura, si cercherà di far conoscere anche parte della cultura delle persone sorde. Le lezioni del Venerdì si potranno intendere come workshop complementari allo studio dei Segni. Venerdì 10 novembre, il dott. Dario Palazzo presenterà il suo libro “Il mio cammino verso la comunità sorda” e la lezione sarà proprio focalizzata sulla cultura delle persone sorde. Venerdì 17 novembre, il corso verterà sulla Lingua dei Segni Internazionale, un codice linguistico utilizzato dai sordi di tutto il mondo per comunicare tra loro, e sarà tenuto da Claudio Vergari.

Si rilascia attestato finale di partecipazione.

Per iscrizione inviare mail a: associazione.aeeos@libero.it

Per informazioni Aeeos onlus su Facebook.

Aeesos Corso Lis 2017

Giornata Europea delle Fondazioni e dei donatori

Oggi 1 ottobre 2017 si celebra la Giornata Europea delle Fondazioni e dei donatori, dal tema “E’ una questione di educazione. la Comunità e la Crescita delle nuove generazioni”.

Anche la nostra piccola Fondazione di Comunità del Salento è in prima fila per questo evento così importante. La piccola Fondazione salentina nata nel 2014 aderente ad ASSIFERO opera nel mondo della lotta alla povertà e della coesione sociale con progetti mirati allo sviluppo locale attraverso l’intervento sulle nuove generazioni. La Fondazione opera in stretta sinergia con tante altre Organizzazioni Filantropiche in particolare con la Fondazione Charlemagne Italia che è stata la prima Fondazione di Famiglia a sostenere una Fondazione di Comunità in Italia, con Caritas Italiana che aderisce sostenendo direttamente le progettualità, con Fondazione Generali e con tante altre realtà locali che operano la nostro fianco.

In Europa sono 140.000 le fondazioni e gli enti filantropici che – spesso non conosciuti dal grande pubblico – lavorano quotidianamente per il bene comune, insieme al mondo del volontariato e del terzo settore concorrono ad alimentare il cambiamento sociale e lo sviluppo umano. Rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che limitano di fatto la libertà di crescere e l’eguaglianza fra tutti i bambini è una sfida alla quale la società civile non può ritenersi estranea. L’iniziativa è stata lanciata nel 2014 da DAFNE (Donors and Foundations Networks in Europe), l’organizzazione che riunisce le associazioni di fondazioni a livello europeo, in partnership con EFC (European Foundation Centre).

Il Segretario Generale Gabriele Ruggiero ha dichiarato “la giornata europea delle Fondazioni deve essere portata a fattor comune anche nel nostro territorio, in modo da rendere la Comunità maggiormente interessata al proprio ruolo di collante sociale in questo momento di grave crisi dei valori”.

La Fondazione avvierà la propria attività promozionale sui territori a partire proprio da questo obiettivo costante.

Segui e partecipa alla giornata europea delle Fondazioni attraverso l’hashtag #OCTOBER1EUROPE

Comitato Tecnico-Scientifico della Fondazione, aperto il bando

Si pubblica in calce all’articolo il bando per la presentazione di candidature di partecipazione al Comitato tecnico-scientifico della Fondazione di Comunità del Salento. Il Comitato avrà il compito di sostenere le azioni di progettazione, monitoraggio e valutazione delle attività della Fondazione. Sono chiamati a partecipare al Comitato esperti, professionisti, tecnici che hanno interesse allo sviluppo del territorio, sostegno alle attività di coesione sociale per la rimozione delle povertà del Salento.

Si comunica che in data 18 settembre 2017 si chiuderà la finestra di presentazione delle candidature per la partecipazione al Comitato Tecnico-Scientifico della Fondazione di Comunità del Salento.

AVVISO PUBBLICO COMITATO

Venerdi 25 novembre FQTS 2020 in Puglia

Venerdì 25 novembre a Brindisi sbarcherà FQTS 2020, il prossimo evento regionale su “Rigenerazione urbana e offerta di spazi/strutture per la socialità” presso il Salone di Rappresentanza della Provincia di Brindisi dalle 17.30 alle 19.30, aperto a cittadini e associazioni.
Il Forum Nazionale del Terzo Settore, la Consulta del Volontariato
presso il Forum, Conferenza Permanente delle Associazioni ,la
Federazioni e reti di volontariato (ConVol) e il Coordinamento
Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato (CSVnet)
sostenuti dalla Fondazione CON IL SUD dal 2008 ad oggi hanno promosso un percorso di formazione per i responsabili del terzo settore meridionale (FQTS) che ha già formato più di 1500 volontari.
L’obiettivo è quello di costruire un percorso di formazione per i
responsabili del terzo settore del Sud, offrendo una proposta
concreta  per lo sviluppo del Meridione,  attraverso una esperienza
innovativa sia dal punto di vista della formazione che da quello
metodologico. Attraverso la formazione partecipata e online, i  lavori
di gruppo, i laboratori, le testimonianze, FQTS 2020 offre
l’opportunità di  far parte di un progetto che mira a rendere il
Mezzogiorno un laboratorio di cambiamento e creatività, consentendo di acquisire competenze da utilizzare direttamente sui territori nei
quali operano le associazioni, in una logica di sistema. In questa
nuova edizione FQTS 2020 ha uno sviluppo triennale (ottobre 2015 –
dicembre  2017) che prevede il coinvolgimento di 300 persone, quadri
dirigenti delle associazioni (aderenti alle reti promotrici)delle
regioni meridionali: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna
e Sicilia. Nel percorso sono previsti seminari residenziali regionali.

Sotto il programma dell’evento.

programma-evento-fqts2020-brindisi